Alternanza Scuola Lavoro

La nostra offerta formativa prevede Alternanza Scuola-Lavoro in Italia e all’Estero (Francia, Spagna, Malta)

L’Alternanza scuola-lavoro è una modalità didattica innovativa, che attraverso l’esperienza pratica aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e testare sul campo le attitudini di studentesse e studenti, ad arricchirne la formazione e a orientarne il percorso di studio e, in futuro di lavoro, grazie a progetti in linea con il loro piano di studi.

L’Alternanza scuola-lavoro, obbligatoria per tutte le studentesse e gli studenti degli ultimi tre anni delle scuole superiori, licei compresi, è una delle innovazioni più significative della legge 107 del 2015 (La Buona Scuola) in linea con il principio della scuola aperta.

Un cambiamento culturale per la costruzione di una via italiana al sistema duale, che riprende buone prassi europee, coniugandole con le specificità del tessuto produttivo ed il contesto socio-culturale italiano.

La Carta dei Diritti e dei Doveri delle studentesse e degli studenti in Alternanza


È un regolamento composto da 7 articoli che spiegano i diritti e i doveri delle studentesse e degli studenti nel corso delle attività di Alternanza negli ultimi tre anni della scuola superiore.
La Carta mette al centro la necessità di informare al meglio studentesse e studenti e genitori, in un’ottica di dialogo e condivisione che deve sempre accompagnare il rapporto scuola-famiglia.
Prevede che le ragazze e i ragazzi, impegnati in Alternanza, siano accolti in ambienti di formazione adeguati e sicuri che favoriscano la crescita della persona e coerenti con l’indirizzo di studio seguito.
Studentesse e studenti avranno diritto ad esprimere alla fine del percorso una valutazione sull’efficacia e sulla coerenza del percorso di alternanza effettuato rispetto al proprio indirizzo di studio. E dovranno essere supportati da tutor dell’azienda ospitante in rapporto al rischio delle attività svolte:

  • 5 studentesse e/o studenti per ogni tutor interno,
    per attività ad alto rischio
  • 8 studentesse e/o studenti per ogni tutor
    per attività a medio rischio
  • 12 studentesse e/o studenti per ogni tutor
    per attività a basso rischio

In cambio, le studentesse e gli studenti avranno il dovere di:

  • frequentare le attività per almeno tre quarti delle ore previste,
  • rispettare le norme in materia di igiene, salute e sicurezza sui luoghi di lavoro
  • mantenere una riservatezza in relazione a dati, informazioni e conoscenze specifiche delle aziende visitate.

Le studentesse e gli studenti saranno inoltre assicurati, a carico dello Stato, all’Inail contro gli infortuni e coperti da un’assicurazione per la responsabilità civile verso terzi.
Ampio spazio, nel testo, viene dato al capitolo relativo a “Salute e sicurezza“, prevedendo, fra l’altro, un numero limite di studentesse e studenti ammissibili in una struttura, un’apposita formazione in materia, anche in collaborazione con enti competenti come l’Inail.

Presso ogni Ufficio scolastico, un’apposita commissione vigilerà sul rispetto delle regole previste (bottone rosso).

La Carta dei diritti e dei doveri delle studentesse e degli studenti in Alternanza rappresenta un elemento di forte qualificazione dei percorsi scuola-lavoro.